Come scegliere l'olio extravergine di oliva

Come scegliere l'olio extravergine di oliva
Photo credits:

Come scegliere l'olio extravergine di oliva migliore
L'olio è un condimento molto utilizzato nella cucina italiana ed è un ingrediente fondamentale sulla nostra tavola.
Viene usato per esaltare le pietanze della cucina mediterranea, dalle insalate fino a primi e secondi piatti.

Ultimamente, però, si sente parlare di scandali che coinvolgono l'olio d'oliva: alcune marche di olio, infatti, sarebbero il frutto di una miscela di oli diversi. Tale miscela ne comprometterebbe la qualità.

Ecco le regole fondamentali che possono aiutare a scegliere il migliore olio d'oliva:

Scegliere l'olio extravergine d'oliva

Non acquistare un prodotto qualsiasi ma olio extravergine di oliva. Questo, infatti, viene estratto attraverso il processo della spremitura delle olive con acidità massima dell'1%. 
Il suo punto forte è avere un grado inferiore di acidità rispetto all'olio comune. Inoltre, non gli vengono aggiunti né altri oli né miscele.

Evitare l'acquisto di olio economico 

Diffidare di quello che costa solamente pochi euro.
Un prodotto di una certa qualità richiede, infatti, un lavoro specifico e insieme a questo anche alti costi. Un olio troppo economico deve subito destare sospetti. Meglio acquistarlo direttamente dalla casa di produzione, evitando le bottiglie in cui le etichette sono piccole e non si distinguono né la provenienza né il luogo o il processo di produzione.

Preferire olio extravergine biologico

In agricoltura spesso vengono usati pesticidi e altri prodotti chimici che sono deleteri non solo per l'ambiente ma anche per la salute dell'uomo. 
L'agricoltura biologica, invece, è una vera e propria garanzia. Ci sono regole di produzione specifiche che escludono l'uso di sostanze chimiche e tutelano sia la salute dell'uomo che la qualità del prodotto.
La scelta dell'olio extravergine d'oliva biologico garantisce il meglio, soprattutto se prodotto da piccole aziende agricole.

Scegliere olio extravergine d'oliva spremuto a freddo

La quarta regola nella selezione dell'olio extravergine di oliva è scegliere quello spremuto a freddo.
Questo processo di produzione mantiene la temperatura entro i 30°C in modo tale da non alterare le proprietà dell'olio d'oliva ma, allo stesso tempo, lasciare intatte le caratteristiche organolettiche.

Prediligere olio extravergine d'oliva DOP o IGP

Selezionare i prodotti di marchio DOP o IGP. 
Questi sono infatti prodotti rispettando un disciplinare molto preciso oltre che rigorso.
L'olio extravergine d'oliva DOP ovvero IGP tutela e protegge dalle contraffazioni in Europa.
Le garanzie del disciplina abbracciano ambiti diversi, la coltivazione, la raccolta e anche il confezionamento del prodotto.
Ancora migliore sarebbe scegliere un olio biologico con marchio DOP o IGP.

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Salva nel tuo Ricettario

Hai domande o vuoi lasciare un commento?