Come eliminare l'odore di fritto: trucchi e consigli

Come eliminare l'odore di fritto: trucchi e consigli
Photo credits:

L'odore di fritto in casa è tra i più fastidiosi da sopportare. È persistente ed invasivo.
Si diffonde in tutti gli ambienti, impregnando poltrone, divani, tende, cuscini, ma anche abiti e capelli.

Tuttavia, esistono dei rimedi dettati dalla saggezza popolare, economici, naturali e soprattutto infallibili per eliminare efficacemente i cattivi odori della frittura.

Frittura casalinga: tutti i trucchi per cucinare senza cattivi odori

La frittura non rientra di certo tra le tecniche di cottura più salutari, anche se nessuno vieta questo sfizio, o peccato di gola, purché non si esageri. L'unico inconveniente, in realtà, è il fastidioso odore che talvolta persiste in cucina per diversi giorni e si diffonde negli altri ambienti di casa.

Tuttavia, è possibile friggere senza doversi preoccupare degli odori persistent.

Per eliminarli a posteriori, si possono utilizzare degli ingredienti comuni:

- Fettine di mela. Inserire qualche fettina di mela all'interno dell'olio di frittura, dopo averla privata dei semi e lavata con cura, aiuta ad assorbire i cattivi odori. Quando il frutto comincerà a cambiare di colore, è bene sostituirlo.

- Succo di un limone. Spremuto nell'olio, prima di iniziare a friggere, aiuta a controllare i cattivi odori in cucina e ad aromatizzare piacevolmente le pietanze. Per un risultato più efficace è possibile aggiungere anche la scorza dell'agrume, purché sia ben lavato e non trattato.

- Acqua e aceto bianco. Per annientare l'odore di fritto, soprattutto quello di pesce, basta posizionare accanto alla padella una pentola con acqua ed aceto bianco (o anche di mele) e portare la soluzione ad ebollizione, lasciandola sul fuoco per tutta la durata della frittura. In alternativa all'aceto, è possibile unire all'acqua una manciata di chiodi di garofano.

- Prezzemolo. Aggiungendo un mazzetto di prezzemolo fresco nell'olio di cottura, i cattivi odori verranno immediatamente neutralizzati.

- Acqua e ammorbidente. Magari non sarà un rimedio naturale al 100% ma è molto efficace per eliminare l'odore persistente di fritto in casa. Dopo aver completato la frittura, portare a bollore in un pentolino colmo d'acqua 30 ml di ammorbidente della profumazione preferita. Lasciare scaldare il composto per qualche istante a fiamma bassa e poi spegnere il fornello. La casa si riempirà di un gradevole odore di pulito e di bucato appena steso. In alternativa, qualche goccia di olio essenziale sostituisce benissimo l'ammorbidente.

Suggerimenti per una frittura più sana e con meno odori

Per evitare che l'odore di fritto persista in casa, dando anche parecchio fastidio, bisogna attenersi scrupolosamente a delle regole di base:

- Scegliere bene l'olio. Per controllare i cattivi odori, è importante utilizzare un olio adeguato e cambiarlo prima che si annerisca. Questa accortezza consente anche di ottenere una frittura più salutare e gustosa.

- Aprire porte e finestre. Prima e durante la frittura è bene aerare sempre la cucina, permettendo così la fuoriuscita dei cattivi odori di fritto e quindi il ricircolo dell'aria all'interno dell'ambiente.

- Accendere la cappa aspirante. Qualora mancassero delle aperture in cucina, l'aspiratore costituisce la soluzione più efficace per eliminare l'odore di fritto dalla cucina, impedendo che passi nelle altre stanze.

- Friggitrice ad aria. Una novità nel campo della frittura che sfrutta l'aria ed il calore come vettori di cottura. Ciò significa meno utilizzo di olio e quindi meno cattivi odori in casa

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Salva nel tuo Ricettario

Hai domande o vuoi lasciare un commento?