Fave stufate

4,7/5 Vota
Su un totale di voti: 3
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Fave stufate
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 45 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

La fave stufate sono un contorno leggero, che si prepara in pochi minuti con una cottura in padella.

Molte persone purtroppo sono allergiche a questo legume dalle mille proprietà: le fave contengono fibre, vitamine, ferro, sali minerali e pochissimi grassi e calorie. Perché non integrarle quindi nella dieta settimanale, consumandole sia cotte che crude? Sono ottime da inserire in zuppe, vellutate e per preparare una deliziosa pasta.

La ricetta delle fave stufate è molto semplice, e può essere personalizzata con aromi e sapori diversi: possiamo per esempio inserire della pancetta o del guanciale rosolato, oppure servirle con dei cubetti di prosciutto cotto. In fase finale possiamo spolverarle con del parmigiano grattugiato, per renderle ancora più appetibili.

Vediamo insieme come preparare le fave stufate!

Categoria: Contorni

fave 500 g di fave fresche già pulite
cipolla 1 cipolla
olio q.b. olio extravergine di oliva
sale e pepe q.b. sale e pepe
acqua q.b. acqua

Preparazione

Come fare le Fave stufate

Iniziamo a tritare la cipolla e a farla soffriggere in padella con qualche cucchiaio di olio.

Aggiungiamo le fave sgranate, mescolando per bene in modo che non attacchino. All'occorrenza aggiungiamo l'acqua, poca alla volta, e facciamo cuocere per 20-25 minuti, mantenendo il coperchio. 

Quando saranno cotte, saliamo e pepiamo, mescolando sempre per bene.

Serviamo le fave calde.

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 3, Media voti: 4.7

    Torna alla Ricetta

    Consigli

    Alle fave possiamo aggiungere anche del guanciale o della pancetta: basterà farli rosolare per qualche minuto con la cipolla, prima di unire le fave.

    Consigliamo di consumarle subito.

    Per quale occasione

    Per un contorno leggero e primaverile

    Hai provato la ricetta?
    Hai dubbi o domande?

    Potrebbero interessarti anche