Come fare la amarenata

Come fare la amarenata
Photo credits:

Sono davvero molteplici le tipologie di preparati, in particolar modo alimenti di tipo dolciario, che si possono ottenere utilizzando come ingrediente primario la frutta.

Spesso e volentieri queste ricette a base di frutta sono caratterizzate poi da un processo di preparazione relativamente semplice e assai fattibile,oltre che da un risultato veramente goloso.

Per coloro che amano la frutta ed in particolare le amarene,una delle ricette sicuramente degne di essere provate è sicuramente la cosiddetta "amarenata" (dal nome appunto del frutto che è necessario per preparare questa ricetta).

Ma cos'è l'amarenata? Essa non è altro che una sorta di conserva di frutta,quindi dolciastra,che in molti amano mangiare.

La preparazione è relativamente semplice in quanto gli ingredienti da avere a disposizione sono pochissimi: servono infatti soltanto le amarene e dello zucchero.

Generalmente si utilizzano 1 kg di amarene (prima di pesarle,è necessario privarle del nocciolo all'interno) e 500 grammi circa di zucchero (talvolta si può anche aumentare la dose in base alle proprie preferenze, ma di per sé l'amarena è già dolce per cui la dose qui riportata è quella che crea il mix e l'equilibrio perfetto tra i due ingredienti).

A questo punto si dispongono sia frutti che la quantità di zucchero all'interno di una padella,facendo cuocere il tutto a fiamma relativamente bassa (per evitare di bruciare il composto) avendo cura di mescolare con una certa costanza. Bisogna continuare a mescolare zucchero e amarene,sempre sulla fiamma, finché non diventano un tutt'uno e assumono un aspetto denso e corposo: in genere,io mescolo il composto per circa una ventina di minuti per assicurarmi che lo zucchero si sia incorporato bene.
Passato questo lasso di tempo è consigliabile far raffreddare leggermente il composto, lasciandolo pure nella padella.

Una volta fatto ciò,si può versare il preparato di amarene e zucchero all'interno di vasetti di vetro sterilizzati che poi vanno capovolti per fare uscire l'aria e permettere una chiusura ermetica del barattolo, affinché il preparato possa conservarsi in maniera ottimale e dare origine ad un'ottima amarenata. Lasciare poi raffreddare.

A questo punto i barattoli vanno riposti in zona soleggiata per un paio di settimane e in seguito è possibile aprirli e gustare questa conserva dolciastra.

Ti è piaciuta la ricetta?