Verza in padella

4,0/5 Vota
Su un totale di voti: 4
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Verza in padella
  Photo credits:
Tempo 15 min
Difficoltà Facile
Porzioni 2
Costo Basso

Presentazione

La verza in padella è un contorno salutare e light per accompagnare piatti di carne, pesce o formaggi.

Questa verdura può essere utilizzata anche per preparare piatti di pasta, come la famosa pasta con la verza, o antipasti come gli involtini di verza con pancetta. La verza è ricca in vitamina A , vitamina C e K ed è confermato abbia proprietà analgesiche, antinfiammatorie, decongestionanti e antisettiche.

Il modo migliore per consumarla è cruda, tagliata a listarelle e condita con un filo di olio. In questo modo non diventa pesante da digerire.

Purtroppo, nonostante sia una verdura di cui si possa abbondare a piacere, non tutti sopportano l'odore e il sapore della verza cotta. A volte però, basta trovare la giusta ricetta, arricchita con i giusti ingredienti, per rendere la verza piacevole al palato anche di chi non l'ha mai assaggiata.

Ecco la ricetta della verza in padella!

Categoria: Contorni

verza 500 g di verza
acqua 1/2 bicchiere di acqua
olio q.b. olio extravergine d’oliva
sale q. b. di sale
peperoncino q.b. peperoncino (facoltativo)
parmigiano q.b. parmigiano grattugiato (facoltativo)

Preparazione

Come fare la Verza in padella

Cominciamo lavando accuratamente tutte le foglie della verza e tagliamole a listarelle.

In una padella, versiamo dell'olio e accendiamo il fuoco. Mettiamo la verza e lasciamola cuocere per qualche minuto a fuoco medio.

Quindi, aggiungiamo il mezzo bicchiere di acqua e chiudiamo la padella con il coperchio per qualche minuto per completare la cottura.

Saliamo e pepiamo a piacere. Se lo desideriamo possiamo aggiungere del peperoncino in polvere o una spolverata di parmigiano.

Dopo circa dieci minuti la verza sarà pronta da servire.

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 4, Media voti: 4

    Vai alla Ricetta

    Consigli

    Se dovesse avanzare una porzione di verze, possiamo conservarla in frigo, chiusa in un contenitore, per un po' di tempo e consumarla nei giorni successivi frullata in zuppe e minestre, o rimescolata in frittate, torte salate o risotti.

    Una variante interessante, entrata da poco nei nostri usi culinari, è quella di sostituire all'aceto la salsa di soya, (detta shoyu), che è il condimento tipico della cucina cinese. Quest'ingrediente conferirà alle verze un sapore meno acido e più agrodolce. C'è chi durante la cottura ama aggiungere anche della salsa di pomodoro, per fare le cosiddette verze in tegame, e un'altra versione, tutta veneta, sono le verze rostide che si preparano con l'aggiunta di burro, soffritto di cipolla e scaglie di formaggio grana.

    Per quale occasione

    I crauti in padella sono un contorno ideale per chi è a dieta o vuole preparare una cena light e salutare.

    Curiosità

    Dalla verza si ottengono i crauti: il processo da cui si ricavano si chiama lacto-fermentazione, grazie alle quale da alcuni alimenti se ne ottengono altri con caratteristiche aromatiche e di digeribilità del tutto nuove.

    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Potrebbero interessarti anche