Limoncello

Il limoncello è un liquore realizzato con scorze di limone, alcool, acqua e zucchero: un ottimo digestivo. Vediamo la ricetta per prepararlo in casa.
4,3/5 Vota
Su un totale di voti: 25
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Il limoncello è un liquore preparato con scorze di limone, alcool, acqua e zucchero: servito generalmente a fine pasto, rinfresca il palato ed è piacevole da consumare in qualsiasi stagione dell'anno. 

Il limoncello è un super alcolico, lo sappiamo, ma allo stesso tempo viene ritenuto un digestivo naturale, privo di conservanti, coloranti e addittivi. Profumato e aromatico, si può preparare in casa in pochissimi passaggi.

Possiamo utilizzarlo su macedonie, gelati o per preparare una deliziosa torta.

Il limoncello, come la crema di limoncello, trasferito in eleganti bottigliette diventa anche un'idea regalo carina per amici e parenti, magari in occasione di una festa di compleanno, come riconoscimento per la presenza.
La raccomandazione è quella di scegliere dei limoni biologici non trattati.
Vediamo insieme la ricetta per preparare il limoncello in casa!

Categoria: Liquori

500 ml di alcool puro 95° 500 ml di alcool puro 95°
limone 5/6 limoni non trattati
acqua 800 g di acqua
zucchero 650 g zucchero

Preparazione

Come preparare il Limoncello fatto in casa

Iniziamo a lavare i limoni sotto il getto dell’acqua corrente: per eliminare eventuali impurità, sfreghiamo la buccia con una spugnetta. Consigliamo di utilizzare dei limoni biologici.

Asciughiamo per bene i limoni e sbucciamoli, prelevando solo la scorza gialla (la parte bianca è amara). Aiutiamoci con un pelapatate. 

In un recipiente con chiusura ermetica, versiamo l'alcool e le scorze dei limoni, chiudiamo il barattolo, poniamolo al buio e lontano da fonti di calore per 30 giorni.

Trascorsi i 30 giorni prepariamo lo sciroppo versando in un pentolino l'acqua e lo zucchero: portiamo a bollore e versiamo poi lo sciroppo in una brocca, lasciandolo raffreddare completamente.

Versiamo ora lo sciroppo raffreddato nel contenitore con le scorze, mescoliamo per bene, chiudiamolo e riponiamolo a riposare ancora per 40 giorni, sempre al buio.

Trascorso il periodo non ci resta che riprendere il barattolo con il liquore, agitarlo e filtrarlo con un colino, raccogliendo così il liquore in una bottiglia. Ecco pronto il nostro limoncello.

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 25, Media voti: 4.3

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    Scegliamo dei limoni biologici non trattati.

    Per quale occasione

    Il limoncello è ottimo dopo un pasto abbondante o per rinfrescare il palato.

    Curiosità

    La tradizione vuole che il limoncello venga servito in bicchieri dal calice lungo, raffreddati in frigorifero per almeno un'ora. Il raffreddamento servirebbe a esaltare le fragranze dei limoni.

    Il limoncello nasce in Campania, agli inizi del '900. Maria Antonia Farace, proprietaria di una piccola pensione dell'Isola Azzurra, curava un giardino di limoni ed arance. Il nipote, grazie all'abbondanza di questi agrumi, aprì un'attività di ristorazione in cui la specialità della casa era un liquore di limoni realizzato con la ricetta della nonna. Fu il figlio della signora, però, a iniziare una produzione artigianale di limoncello, registrandone il marchio.

    Il limoncello viene anche chiamato limoncino.

    La video ricetta del giorno

    Potrebbero interessarti anche