Come pulire correttamente il frigorifero (e con metodi naturali)

Come pulire correttamente il frigorifero (e con metodi naturali)
Photo credits:

È buona norma pulire il frigorifero almeno una volta al mese, per impedire la formazione di sgradevoli odori e la proliferazione di muffe e batteri dannosi per l'elettrodomestico, per gli alimenti e di conseguenza per la nostra salute.

Per igienizzare il frigorifero non sono necessari tempi lunghi, né spese eccessive in detergenti.
Vediamo come procedere utilizzando metodi naturali.

Rimedi naturali per la pulizia profonda del frigorifero

Per pulire il frigorifero possiamo utilizzare sia prodotti specifici (ma dalla composizione chimica), che miscele a base naturale home made.

A tal proposito, ecco le preparazioni di alcuni rimedi naturali realizzati con ingredienti facilmente reperibili nelle nostre dispense:

- Bicarbonato: prepariamo la miscela sciogliendone un cucchiaio in un litro e mezzo di acqua tiepida. Versiamo questa soluzione in un contenitore provvisto di vaporizzatore e sfruttiamola sia per igienizzare l'interno del frigorifero che l'esterno.

- Aceto bianco: il prodotto è ideale per rimuovere con efficacia e senza troppi sforzi le macchie più ostinate dai ripiani in vetro e dalle griglie estraibili. Pertanto, immergiamoli all'interno di una bacinella sufficientemente grande con acqua calda ed un bicchiere di aceto bianco. Teniamoli in ammollo per circa mezz'ora.

- Succo di limone: diluito con una tazza di acqua è perfetto per eliminare i cattivi odori del frigorifero e per igienizzare ulteriormente sia l'interno che l'esterno dell'elettrodomestico.

Come pulire adeguatamente il frigorifero: i passaggi

Utilizziamo i rimedi naturali elencati nel passaggio precedente per la detersione completa del nostro elettrodomestico, procedendo passo per passo. Per iniziare, muniamoci di panni puliti.

- Senza spegnerlo, svuotiamo completamente il nostro frigorifero di alimenti e ripiani rimovibili. Possiamo approfittare di questa occasione per verificare che non vi siano alimenti avariati oppure rovinati.

- Mettiamo in ammollo per circa mezz'ora tutte le parti smontabili dell'elettrodomestico, in una soluzione di acqua ed aceto, o in alternativa con del bicarbonato. Trascorso il tempo indicato, asciughiamo le parti con un panno ben pulito e preferibilmente in microfibra, in modo da non rilasciare pelucchi o di graffiare le superfici.

- Utilizziamo la soluzione di acqua ed aceto bianco per pulire le pareti interne dell'elettrodomestico. Per evitare di danneggiarne la superficie usiamo un panno oppure una spugna sottile. In presenza di incrostazioni e macchie ostinate, ammorbidiamo con dell'aceto puro.

- Laviamo ed asciughiamo accuratamente le guarnizioni con la soluzione di aceto bianco ed acqua. 

- Asciughiamo immediatamente le pareti del frigorifero per evitare di creare un ambiente fertile per la proliferazione di muffe e batteri. Utilizziamo a tal proposito un panno umido per rimuovere i residui della miscela e poi passiamone un altro asciutto.

- Procediamo quindi al montaggio delle parti rimovibili, facendo particolare attenzione per quelle in vetro.

- Infine, eliminiamo gli odori persistenti dall'interno del frigorifero posizionando su un ripiano dell'elettrodomestico un piccolo contenitore di vetro con alcuni cucchiai di bicarbonato di sodio.

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Salva nel tuo Ricettario

Hai domande o vuoi lasciare un commento?