Come fare 2 Dolci dell'Epifania

L'Epifania è il momento tanto atteso da grandi e piccini, prepariamo due dolci della Befana con cui riempire le calze dei componenti della propria famiglia.

L'Epifania è il momento tanto atteso da grandi e piccini per scoprire cosa si cela all'interno della calza della Befana. Può essere un'idea originale quella di preparare in casa i dolciumi con cui riempire le calze dei componenti della propria famiglia.

Realizzando i dolci per la calza personalmente potrai così offrire ai più piccoli dei prodotti più sani e privi di conservanti; fasciandoli con carte colorate e decorazioni li renderai graziosi e accattivanti.

Non perderti il nostro speciale sui dolci da mettere nella calza della Befana.

Carbone Dolce

La prima ricetta è un classico della tradizione: il carbone dolce fatto in casa. Mentre una volta il carbone era la punizione per i bambini monelli, con questa ricetta, ora è una golosità anche per chi invece si è comportato bene.

La realizzazione del carbone dolce è più semplice di quanto si immagini e gli ingredienti necessari sono davvero pochi e semplici: albume, zucchero e colorante alimentare. A discrezione un cucchiaio di liquore.

L'impasto si prepara velocemente utilzzando un frullatore e basterà lasciarlo raffreddare completamente in uno stampo foderato con la carta da forno per poi realizzate i tipici pezzi di carbone tagliandolo successivamente.

Vai alla Video Ricetta

I Befanini

Conoscete i Befanini? Sono dei biscotti tipici toscani che si usano per riempire la calza della Befana. 
Realizzati soprattutto nella zona della Versilia, questi dolcetti hanno una preparazione semplice perchè si tratta di una frolla tradizionale che viene aromatizzata con scorza d'arancia e liquore all'anice durante l'impasto.

Potete usare degli stampini che ricordino figure invernali e natalizie, oppure dare loro una forma più tradizionale (quadrata, rotonda); infine decorateli con delle codette colorate per renderli più allegri e festivi.

Si conservano per diversi giorni, quindi potete prepararli con anticipo e poi metterli nelle calze la notte del 5 gennaio.

Vai alla Ricetta completa

Seguici su Google News Non perderti nemmeno un'articolo Seguici su Google News

Salva la Ricetta Salva nel Ricettario