Come pulire i fichi d'India

Come pulire i fichi d'India
Photo credits:

I fichi d’India sono frutti estivi molto dissetanti e ricchi di sostanze benefiche per il nostro organismo. Si tratta di frutti esotici provenienti da una pianta grassa appartenente alla famiglia delle Cactaceae. Originaria del Messico, l’Opuntia ficus-indica è largamente diffusa anche nei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e in particolare, nella nostra Penisola, in Sicilia, Calabria e Puglia.
I fichi d’india giungono a maturazione la cui in estate tra agosto e settembre e la loro caratteristica principale è la buccia ricoperta di spine che rendono ostica la raccolta e la pulitura.

Con qualche accorgimento e seguendo i nostri consigli riuscirete a sbucciarli facilmente e, soprattutto evitare di pungervi.

Raccolta e conservazione dei fichi d'India

Per agevolare la loro raccolta senza riempirsi le mani di spine è bene seguire alcuni consigli. Innanzitutto è bene effettuare tale operazione utilizzando un apposito utensile con manico telescopico e munirsi di guanti da lavoro molto robusti.
Inoltre, è meglio cogliere i frutti dagli alberi nello ore più fresche della giornata, il mattino presto o la sera tardi, e soprattutto sono da evitare i giorni troppo ventosi che potrebbero far volare le spine sul viso o negli occhi arrecando danni.

Una volta raccolta i fichi d'india possono essere conservati in luogo fresco e asciutto per almeno due o tre mesi. Mentre una volta sbucciati, devono essere tenuti in frigorifero per massimo due o tre giorni, coperti con della pellicola per alimenti.

Eliminare le spine

Un metodo rapido per privare della buccia i fichi d’India è quello di metterli a bagno in una bacinella con acqua a temperatura ambiente, al fine di ammorbidire le spine e farle staccare. Operazione che si può agevolare ricorrendo ad una spazzola, da passare sui frutti, proteggendosi le mani con un guanto.

Un altro sistema è quello di ricorrere a un getto d'acqua ad alta pressione, che spruzzato sui frutti li pulisca senza rovinarli.

Un terzo metodo per pulire i frutti consiste nell’inserirli in colino o scolapasta, passarli sotto il getto forte dell’acqua corrente per qualche minuto, in modo da rimuovere le spine e lasciarli in ammollo per almeno un’ora, rigirandolo con una forchetta di tanto in tanto. Trascorso tale tempo, eliminare l’acqua, sciacquarli nuovamente e procedere con il rimuovere la buccia. 

Eliminare la buccia

Per sbucciare i fichi d’India, basta posizionarli uno alla volta su un tagliere o piano da lavoro, mantenere fermo il frutto con una forchetta e con un coltello ben affilato tagliare le due estremità laterali. Continuando a tenerlo fermo, praticare con la punta del coltello un’incisione longitudinale, evitando di rompere in due il fico: un’operazione quest’ultima che deve essere eseguita delicatamente e solo sullo spessore della buccia.
Quindi sollevare i lembi dell’incisione, tirarli verso il basso fino a separare la polpa dalla buccia.
Le prime volte, per agevolare il distacco del frutto, si può chiedere aiuto ad un'altra persona, che lo prelevi e lo trasferisca in un piatto piatto.

Ti è piaciuta la ricetta?